Untitled Document
mIRC in Italiano - Script - Forum - Imposta come Home Page - Aggiungi ai Preferiti - Home - Chat
Utenti connessi: - Visitatori oggi: - Visitatori totali: - Pagine viste oggi:


NewsLetter


localirc
-
----
-
----
-
----
-
----
-
  - Introduzione
- Generalità su IRC
- Le basi di IRC: Canali, Modi, ecc. ecc.
- Clients.
- F.A.Q.s
----
-
  - Introduzione e concetti
- Info sui messaggi
- Messaggi facoltativi
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----

-
----
-
-
-
-
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----
-
----

----
Guida dell'operatore

La Guida dell'Operatore IRC

ovvero: ora che ho la @, che cosa ci *faccio*?
Di Thoth e SilverOz, con l'aiuto di MoonWolf e Charles versione 1.5
Traduzione italiana a cura di Te0 -

.


1. I server - Come funziona IRC

IRC è un acronimo e sta per Internet Relay Chat. IRC è un insieme di server in rete, ai quali i cosiddetti "client" possono collegarsi e quindi interagire con gli altri client connessi allo stesso server o ad altri. Qualunque "persona" vediate su IRC è un client connesso a un server.

In generale, i server funzionano 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana, aspettando che i client si connettano. I client viceversa, vengono attivati solo quando un utente ha intenzione di usare IRC, anche se ci sono eccezioni a questa regola, tra cui i bot.

Quando scrivete /server irc-2.mit.edu in ircII, state aprendo una connessione con la macchina irc-2.mit.edu. (In genere, anche se non sempre, il client si connette sulla porta 6667. Quando scrivete /server irc-2.mit.edu, ircII userà quella porta. Se volete invece connettervi sulla porta 6665, potete scrivere:/server irc-2.mit.edu 6665.

irc-2.mit.edu, da parte sua, sta facendo girare un programma server che è connesso a un grande numero di macchine su cui girano altri programmi server (chiamati semplicemente server). Esso trasmette ciò che voi scrivete agli altri server, e trasmette a voi ciò che gli altri utenti scrivono.

Ogni server ha una lista di tutto ciò che succede in ogni canale in cui sono presenti "suoi" utenti, e quando un utente su qualunque server cambia qualcosa in quella lista, il server di quell'utente notifica il cambiamento a tutti gli altri server.

Torna all'indice

1.2. Come i server sono collegati e perchè si scollegano (split)

I vari server sono collegati tramite Internet, e si scambiano molte informazioni tra loro.

Quando il traffico della rete diventa pesante (non solo il traffico di IRC, ma tutto il traffico della rete) i collegamenti si sovraccaricano e si spezzano. Questo si chiama "netsplit". Quando qualcuno "splitta", si vede qualcosa come:

*** Signoff: Thoth (eff.org dewey.cc.utexas.edu)

Questo indica che la connessione tra eff.org e dewey.cc.utexas.edu si è interrotta, e che voi siete dalla stessa parte dello split del server eff.org, mentre Thoth era dalla parte di dewey.cc.utexas.edu. Questo NON significa necessariamente che Thoth era sul server dewey o voi su eff.org; solo che che Thoth era da quella parte dello split e voi da questa.

Quando il collegamento tra il vostro server e un altro si interrompe, qualunque cosa fatta sul vostro server non sarà trasmessa all'altro e viceversa -- almeno finchè questi non si ricollegano (rejoin).

Torna all'indice

1.3. Cose che possono succedere quando un server splitta

Quando un server splitta, non sa più cosa succede agli altri, nè gli altri server sanno che cos'è successo su di esso mentre erano splittati.

In questo modo, il server splittato potrebbe avere nuovi operatori mentre era splittato, o nuovi ban o nuovi utenti.

Quando il server si ricollega (rejoin), aggiorna tutti su ciò che è accaduto, questo è il motivo per cui vedrete qualcosa come:

*** Mode change "+o Thoth" on channel #bdsm by dewey.cc.utexas.edu

che significa che il server dewey.cc.utexas.edu sta "sincronizzando" le proprie informazioni con quelle di tutti gli altri, e sta annunciando a tutti che ha un nuovo op.

Qualche volta l'aggiornamento non funziona, e i server continuano ad avere la propria visione della realtà. Immaginatevi una situazione del genere:

*** Mode change "+o Thoth" on channel #bdsm by dewey.cc.utexas.edu
*** Mode change "-o Thoth" on channel #bdsm by SilverOz

Un server, in questo caso dewey, ha oppato Thoth. In seguito SilverOz l'ha immediatamente deoppato. SilverOz lo ha probabilmente deoppato prima che il suo server avesse la possibilità di dire al server di Thoth che SilverOz era op. Se anche Thoth avesse provato a deoppare SilverOz, dal punto di vista di Thoth, l'incidente sarebbe apparso molto differente:

*** Mode change "+o SilverOz" on channel #bdsm by eff.org
*** Mode change "-o SilverOz" on channel #bdsm by Thoth

I server che stanno dalla parte di eff.org vedono SilverOz oppata e Thoth deoppato; dalla parte di dewey si vede l'esatto contrario. Il server dewey d'ora in poi ignorerà qualunque cosa SilverOz faccia che richieda lo status di op, e così farà anche eff.org nei confronti di Thoth. Il messaggio che riceverete sarà qualcosa come:

(Thoth scrive:)
/mode * +b *!*zjohnsto*@*scu.edu.au
/kick * silveroz Go away

(Thoth vede:)
*** Mode change "+b *!*zjohnsto*@*scu.edu.au" on channel #bdsm by Thoth
*** Not channel operator (from eff.org)
*** SilverOz has been kicked off channel #bdsm by Thoth (Go away)
*** Not channel operator (from eff.org)

SilverOz non vedrà nè il ban nè il kick, dal momento che il suo server non accetta l'op di Thoth come legittimo. In questo modo può accadere che gli utenti connessi ad un server vedano ban e op che utenti connessi ad un altro server non vedono, anche se queste persone possono comunque vedersi e parlarsi. Quando questo accade, il server di dice "desynch" (desincronizzato).

Nota: SilverOz SARà ANCORA IN GRADO DI VEDERE QUALUNQUE COSA THOTH DICA SUL CANALE, ANCHE SE THOTH PENSA DI AVERLA KICKATA. Dal momento che lui l'ha effettivamente kickata, quando SilverOz cercherà di scrivere qualcosa sul canale, riceverà il messaggio:

*** Can't send to channel (from dewey.cc.utexas.edu)

Dato che il server di Thoth crede che SilverOz non sia sul canale, non trasmetterà ciò che lei dice a Thoth. Ma, visto che invece il server di SilverOz crede che lei sia sul canale, esso le trasmetterà qualunque cosa Thoth scriva.

Nota: SilverOz può lasciare il canale e rientrare. Dal punto di vista di Thoth, lei entrerà nel canale anche se bannata, in quanto il suo server informerà tutti gli altri che lei è entrata. Il server di Thoth semplicemente accetterà questo fatto senza controllare la lista dei ban.

Maggiori dettagli sulle conseguenze degli split si trovano alla sezione 3. Come gli hacker si impadroniscono dei canali (e cosa fare in questo caso)

Torna all'indice

2.Una guida al comando Mode

Torna all'indice

2.1. Cosa sono i mode?

I mode sono i parametri di un canale. Essi definiscono cosa può e cosa non può essere fatto. Sia gli utenti che i canali possono avere dei mode, ma gli effetti di un particolare mode (es. +i) sono differenti. Questo documento si occupa solo dei mode dei canali, per maggiori informazioni consultate i file elencati alla fine di questo documento.

Torna all'indice

2.2 I mode principali

Ci sono 7 mode. Decidere quali mode assegnare al vostro canale dipende da cosa volete fare.

Potete impostare i mode singolarmente o a gruppi:

/mode * +nt

equivale a:

/mode * +n
/mode * +t

Nota: potete anche usare il nome del canale, es.

/mode #channel +nt

ma scrivere * è più veloce (Ndt - credo che il '*' in Pirch e mIRC sia sostituito da '#'). Comunque alcuni client richiedono il nome completo.

Torna all'indice

2.2.1. +n

+n significa "no notices" (niente notice). Questo impedisce agli utenti di mandare dei notice o dei messaggi al canale da fuori. Il vostro canale dovrebbe *sempre* essere +n, per prevenire il flood.

Torna all'indice

2.2.2. +t

+t sta per "topic". Se questo è impostato, solo gli operatori possono cambiare il topic. Non è necessario usare questo mode, ma la mia esperienza mi ha insegnato che se non lo fate sarete floodati con cambi di topic. Non so perchè, sembra solo che sia così.

Torna all'indice

2.2.3. +i

+i significa "invite only" (solo a inviti). Chiunque voglia entrare nel canale deve essere "invitato" da un operatore. Utile se non volete essere disturbati o come parte di un'azione difensiva verso chi sta cercando di impadronirsi del canale, ma altrimenti solo fastidioso.

Torna all'indice

2.2.4. +p

+p sta per "private" (privato). Se il vostro canale è +p, quando qualcuno fa un /whois su chiunque stia su quel canale, non verrà rivelato su quale canale l'interessato sta. In ogni caso risulterà evidente che costui sta su *qualche* canale. Il risultato del /whois sarà qualcosa come (ammesso che non siate voi stessi su quel canale):

*** Thoth is ~thoth@disco.intercon.com (Far and Away)
*** on channels: *private*
*** on IRC via server dewey.cc.utexas.edu (UT's "I Repeat Class" server)

Torna all'indice

2.2.5. +s

+s vuol dire "secret" (segreto). Se il vostro canale è segreto, allora non riceverà alcuna risposta chi proverà a fare un /names #canale. (Ovviamente se chi dà questo comando *sta* sul canale in questione, allora vedrà tutte le persone presenti). Un /whois su qualcuno che sta su un canale segreto sarà (ammesso che non siate su quel canale voi stessi):

*** Thoth is ~thoth@disco.intercon.com (Far and Away)
*** on IRC via server dewey.cc.utexas.edu (UT's "I Repeat Class" server)

Nota: Un canale non può essere contemporaneamente +p e +s

Torna all'indice

2.2.6. +k

Un canale con il mode +k richiede una parola d'ordine (keyword) per entrare. Su EFnet (la più grande rete IRC) questa keyword può contenere caratteri "non-stampabili" (cioè che non sono caratteri numeri o comunque quelli che stanno sulla tastiera). Su UnderNet, sono ammessi solo i caratteri stampabili.

Per impostare la keyword sul canale #silveroz a mykey:

/mode #silveroz +k mykey

oppure

/mode * +k mykey

Inoltre dovete conoscere la chiave anche per poterla togliere... se la sapete,

/mode * -k mykey

Il caso in cui la chiave non sia nota è discusso più avanti.

Torna all'indice

2.2.7. +m

Se il vostro canale è +m, allora possono parlare sul canale solo gli operatori o coloro ai quali un operatore abbia dato il mode +v. Questo è un'utile protezione in caso di attacco di bot fatti per floodare il canale.

Torna all'indice

2.2.8. +o <nickname>

Il mode +o è impostato o meno per particolari utenti. Dare a un utente il mode +o, concede a questi lo stato di operatore del canale. Rendere un utente -o significa togliergli i privilegi di operatore.

Torna all'indice

2.2.9. +v <nickname>

Il +v dà semplicemente la possibilità di parlare in un canale +m anche a chi non è operatore. (Tutti gli operatori hanno automaticamente il permesso di parlare.)

Torna all'indice

2.2.10 +l <number>

Questo stabilisce un limite al numero di utenti che possono entrare nel canale. Questo mode in realtà non garantisce che sul canale non entrerà un numero di utenti maggiore di quello definito. Per esempio, impostare questo mode non butta fuori nessuno anche se il limite è superato. Inoltre gli utenti che rientrano da uno split ignorano totalmente il +l (esattamente come ignorano tutte le altre limitazioni del canale).

Torna all'indice

2.2.11. +b <pattern>

Questo modo "banna" qualunque utente corrisponda a <pattern> impedendogli così di entrare. Questo punto è discusso meglio nella sezione 2.6.

Torna all'indice

2.3. Eliminare i mode del canale

I mode sono generalmente impostati e rimossi con il comando mode in questa maniera:

/mode * -n
/mode * -nt

Potete anche combinare i comandi mode. Supponiamo che il canale sia al momento +i +n +t (solitamente scritto +int)

Potete rimuovere il +i con

/mode * -i

ma supponendo che voi lo vogliate -i ma +s?

/mode * -i+s

Potete rimuovere tutti i mode (inclusa una chiave che non conoscete...) con il comando:

/eval mode * -$M

Nota: eval e $M sono entrambi comandi specifici del client ircII. Se non state usando ircII, questo comando probabilmente non funzionerà.

Torna all'indice

2.4. Oppare e deoppare

Per oppare qualcuno usate ancora il comando mode:

/mode * +o SilverOz

per deopparlo:

/mode * -o SilverOz

potete oppare e deoppare fino a 3 persone per volta:

/mode * +ooo SilverOz Tangent Agatha
/mode * -ooo SilverOz Tangent Agatha

notare che il numero di 'ò deve corrispondere al numero di persone.

Torna all'indice

2.5. Kickare

Per kickare qualcuno fuori dal canale, si usa il comando /kick

/kick * SilverOz

Potete anche aggiungere un commento che la persona vedrà quando sarà espulsa:

/kick * SilverOz Good bye and good riddance!

Si può kickare solo una persona per volta.

Torna all'indice

2.6. Bannare

Questo è uno di quei comandi per cui è utile avere un alias (abbreviazione) -- vedere la sezione sugli script per sapere come scrivere un alias. Notare anche che è spesso consigliabile bannare un utente *prima* di kickarlo -- in questo modo costui non può rientrare nel breve intervallo tra il ban e il kick. Ulteriori dettagli si trovano alla sezione 2.6.1.5.

Quando si fa un ban, il nick l'utente e le informazioni sul suo indirizzo sono scritte così:

nick!user@host1.host2.suffix

es. SilverOz!zjohnsto@angus.scu.edu.au oppure: felix!f-t-cat@whack.cartoon.org

Cioè qualunque cosa stia a sinistra del '!' è il nick, ciò che sta tra il '!' e la '@' è l'utente (username) e la parte alla destra della '@' è l'indirizzo (host).

Potete usare dei caratteri speciali (wildcards) nei ban; questi servono come sostituti per un carattere o un gruppo di caratteri:

? sta per "qualunque singolo carattere"
* sta per "qualunque gruppo di caratteri"

In questo modo "S?lverOz" corrisponderà a "SilverOz", "SolverOz" e "SklverOz", ma non a "SiilverOz".

"*Oz" corrisponderà a "SilverOz", "AgOz" e "SilverOOz", ma non a "Silver" o "SilverOzz".

Allo stesso modo "*.hacker.com" corrisponderà a "bozo.hacker.com" e "luser.hacker.com", ma non a "hacker.com".

Notare che alcuni utenti (utenti di client windows principalmente, ndt) possono cambiare il nome utente con la stessa facilità con cui cambiano il proprio nick. Questo significa che dovrete bannare il loro host o anche il loro dominio, per tenerli fuori dal canale

(ricordo che gli indirizzi sono così fatti: nick!user@host.dominio.suffisso oppure nick!user@host.sottodominio.dominio.suffisso, ndt).

Torna all'indice

2.6.1. Tipi di ban e quando usarli

Ci sono alcuni tipi di ban, ognuno dei quali è utile per particolari situazioni, anche se ce ne sono un paio (soprattutto i cosiddetti "screwban", quelli pieni di singoli '?') che sembrano proprio essere completamente inutili.

Torna all'indice

2.6.1.1. Ban sul nick

Il formato corretto per un nick ban è:

/mode * +b nick!*@*

Questo banna chiunque usi il nick "nick". Per esempio /mode * +b SilverOz!*@* bannerà chiunque usi il nick SilverOz. Naturalmente in questo caso è possibile cambiare nick ed entrare nel canale nonostante il ban.

Questo ban è praticamente inutile contro le persone, ma può essere usato per liberarsi dei bot, che in genere non cambiano il proprio nick. (Alcuni lo cambiano comunque. Inoltre, su EFnet, potete vedere i ban impostati su qualunque canale, indipendentemente dal fatto che siate o meno su quel canale, scrivendo /mode #canale b.) Può anche essere usato per tenere fuori un utente inattivo da tempo (idle) che ha una funzione di auto-rejoin (rientra automaticamente nel canale dopo un kick). In questo caso bannatelo e sbannatelo poi dopo 5 minuti.

Torna all'indice

2.6.1.2. Ban del tipo user@host

Il formato corretto per un ban del tipo user@host è il seguente:

/mode * *!*user*@*host.suffix

Questo è il tipo di ban standard. Esso banna tutti i nick (*! significa "qualunque nick") che abbiano il dato nome utente (*user* indica il nome utente; il '*' all'inizio serve nel caso sia presente il carattere '~' che potete vedere in alcuni casi, il '*' alla fine serve per assicurarsi che il nome utente dato stia nello spazio previsto -- lo spazio massimo è di 9 caratteri), da qualunque macchina all'interno del dominio dato.

Es. per bannare SilverOz che è zjohnsto@scu.edu.au scriverete:

/mode * +b *!*zjohnsto*@*scu.edu.au

per bannare Luser che è lame@mm.elcheepo.edu scriverete:

/mode * +b *!*lame*@*elcheepo.edu

Notare che per l'indirizzo non USA (.au sta per Australia) lasciate 3 parti del nome del host, per quello USA solo 2.

La maggior parte degli script scrivono il ban così:

/mode * +b *!*lame*@*.elcheepo.edu

che va bene a meno che troviate qualcuno che abbia un indirizzo composto da 2 sole parti; ad esempio se luser ha un altro account, joe@hacker.com e ha accesso anche a joe@phreak.hacker.com:

/mode *!*joe*@*.hacker.com

bannerà solo il secondo account e non il primo.

Torna all'indice

2.6.1.3. Ban su un sito

Il formato per un 'site ban' efficace è:

/mode * +b *!*@*host.suffix

Questo banna chiunque da una particolare macchina o da un dominio, chiunque sia e qualunque sia il suo nick.

Per esempio, se voleste bannare SilverOz e chiunque altro da SCU, dovreste scrivere:

/mode * +b *!*@*scu.edu.au

A questo punto non importa più chi è la persona, se sta su una macchina di SCU sarà bannata.

Potete anche bannare gli utenti di una particolare macchina, così se volete bannare gli utenti di alsvid.scu.edu.au, ma non quelli di angus.scu.edu.au, dovete scrivere:

/mode * +b *!*@alsvid.scu.edu.au

Torna all'indice

2.6.1.4. Ban sugli indirizzi IP

Alcuni server non restituiscono il nome della macchina quando fate un whois ma vi danno solo una serie di numeri che identifica l'indirizzo IP (Internet Protocol). (Ndt - Questo capita anche perchè ad alcune macchine non viene effettivamente assegnato un nome, ma vengono identificate solo col loro indirizzo IP)

Un indirizzo numerico è in realtà l'indirizzo "IP" di quella persona e alcune volte bannare semplicemente l'intero indirizzo IP è sufficiente. Esempio:

/mode #bdsm +b *!*zjohnsto*@203.2.20.1

Se la persona bannata ha accesso ad altre macchine sulla propria rete o può cambiare il proprio indirizzo IP, la situazione è un pò più complicata. Ci sono 3 tipi di indirizzi che potete ottenere registrando un network (rete): classe A, classe B e classe C. Un network di classe C è una piccola rete che contiene non più di 255 host, ed è il più comune. In un network di classe C solo l'ultimo numero può cambiare. Se so che SilverOz sta su una rete di classe C, posso fare un site ban su di lei così:

/mode #bdsm +b *!*zjohnsto@203.2.20.*

Un dominio di classe B è più grande, fino a 65535 host, e i numeri che possono cambiare sono gli ultimi 2. Per un dominio di classe B dovrete usare:

/mode #bdsm +b *!*zjohnsto@203.2.*

Un dominio di classe A contiene 16777215 host e tutte le ultime 3 componenti dell'indirizzo possono cambiare. Ci sono solo 255 network di classe A - tutti di proprietà di grosse corporazioni. Molti network, specialmente quelli grandi, sono suddivisi in reti più piccole, il che vuol dire che anche se l'utente in questione sta su una grande rete, la sottorete che lui usa può essere bannata semplicemente mettendo un '*' nell'ultima parte dell'indirizzo.

I network da 128-191 sono di classe B
I network da 192-223 sono di classe C
Tutto il resto dev'essere considerato classe A.

Potete fare un ban tipo /mode * +b *!*zjohnsto*@203.2.20* ma questo bannerebbe gli utenti che hanno l'indirizzo 203.2.202.4 per esempio, ma anche quelli provienienti da un dominio completamente differente. Morale: includete sempre il punto '.' alla fine quando usate i ban sugli IP address.

Ora sapete più di quanto avreste mai voluto sapere sugli indirizzi IP.

Torna all'indice

2.6.1.5. Efficienza

è possibile nonchè consigliabile rendere i vostri kick e ban più efficienti. Per esempio dovreste sempre deoppare un utente prima di bannarlo. Perchè? Perchè se non lo fate, può deopparvi o kickarvi prima che lo facciate voi.

Questa operazione può essere fatta semplicemente combinando i mode. Ad esempio, per cacciare Thoth dal canale dovrete fare così:

/mode * -o+b thoth *!*thoth*@*intercon.com
/kick * thoth Get out you wanker

e sullo schermo si vede:

*** Mode change "-o+b thoth *!*thoth*@*intercon.com" on channel #bdsm by SilverOz
*** Thoth has been kicked off channel #bdsm by SilverOz (Get out you wanker)

Questo mode change ha prima deoppato Thoth e poi l'ha immediatamente bannato.

Torna all'indice

2.6.2. Rimuovere i ban

Per vedere quali ban sono presenti sul canale, scrivete:

/mode * b

Nota: questo funziona indipendentemente dal fatto che voi siate o meno sul canale, ma ovviamente se siete fuori dovete specificare il nome del canale, /mode #canale b.

Per rimuovere i ban, dovete scriverli *esattamente* come sono - un terminale senza taglia e incolla è sconsigliato per questo. Se fate un errore, il sistema non vi avvertirà, vi dirà semplicemente che il ban è stato tolto, anche se non è mai esistito. Dovete scrivere il ban esattamente com'era.

Per rimuovere un ban:

/mode * -b <ban pattern>

es. per rimuovere il ban *!*zjohnsto*@*scu.edu.au

/mode * -b *!*zjohnsto*@*scu.edu.au

Torna all'indice

2.6.3 Perchè un ban può non funzionare

Qualche volta bannate un utente e questo rientra lo stesso sul canale. Può essere che l'abbiate bannato male. Ma se il ban sembra corretto, ci sono altre spiegazioni.

Torna all'indice

2.6.3.1 Troppi ban

Un canale può contenere al massimo 20 ban contemporaneamente. Se provate a mettere un nuovo ban e già ce ne sono 20, non otterrete nessun cambiamento di mode, non otterrete nessuna risposta.

Torna all'indice

2.6.3.2. Ban simili

Se è già presente un ban simile a quello che state cercando di mettere, allora il vostro non funzionerà. Rimuovete il ban inesatto o inutile e riprovate.

Che cosa vuol dire 'similè? Un ban è definito 'troppo similè se il nick, lo user o l'host del ban coincidono con quelli di un ban già esistente.

Torna all'indice

2.6.3.3. Server 'desynch'

Questo è un brutto problema. Se un server diventa desynch, allora un hacker (pirata) può entrare nel canale su quel server dal momento che il ban che avete messo non sarà nella memoria di quel server. In questo modo, l'hacker può uscire e rientrare quando vuole e, dal vostro punto di vista, potrà farlo nonostante la presenza di un ban. Vedere la sezione 1.3 per ciò che succede in caso di split.

Torna all'indice

2.6.2.4. Server splittati

Quando un server splittato si ricollega (rejoin), tutte le persone che stanno su quel server entrano sul canale. I ban non contano. Ovviamente potete kickarli una volta entrati, ma ricordate che questa non è sempre una buona idea, soprattutto durante un tentativo di takeover, visto che loro continueranno a vedere ciò che voi dite, ma voi non potrete vedere ciò che dicono loro!

Inoltre non c'è modo di capire che una persone è entrata in seguito ad uno split -- appare esattamente come un join normale.

Torna all'indice


3. Come gli hacker si impadroniscono dei canali
(e cosa fare in questo caso)

Questo è un piccolo sermone sui takeover e sulle contromosse da adottare.

I takeover di canali IRC succedono. Perchè? Casinisti annoiati con molto, troppo tempo libero che cercano "azione". Persone che ritengono che gli operatori di un canale li abbiano infastiditi o insultati. Gente che vuole solo vedere se ne è capace.

Che fare? Sostanzialmente potete scegliere tra tre opzioni:

  1. Assecondarli.
  2. Ignorarli.
  3. Difendere il canale.
Il problema di assecondare gli hacker è che questo spesso li porta a credere che impadronirsi del vostro canale o minacciare di farlo sia un buon metodo per intimidirvi o manipolarvi. L'esperienza mostra che assecondare un hacker, spesso risulta in continue molestie e continui takeover. In generale, se volete provare la tecnica dell'assecondamento, dovete assicurarvi che l'hacker non si faccia l'idea che il takeover sia una cosa che vale la pena di fare. Altrimenti potete scartare l'assecondamento.

Ignorare gli hacker è un'opzione valida, specialmente nel caso di piccoli canali. Se non volete il fastidio di cercare di riprendervi il canale -- il che da qualunque parte lo guardiate è una discreta rottura -- allora la cosa migliore che potete fare è semplicemente creare un altro canale e aspettare che l'hacker se ne vada. La maggior parte degli hacker non hanno alcun interesse al topic del canale, nè hanno alcun desiderio a mantenere un canale, e se ne andranno dopo un giorno o una settimana o un mese di casino. In altre parole, il senso di questo comportamento è evitare di buttare benzina sul fuoco, lasciare morire le cose per disinteresse. /ignorare completamente un hacker è probabilmente una buona mossa.

La terza scelta è cercare di difendere il vostro canale. Quelle che seguono sono suggerimenti difensivi molto basilari. Se volete veramente combattere, avete bisogno di una buona abilità con IRC, capacità di programmazione, ottimi bot e un casino di tempo.

Alcune regole generali:

  • Non ci sono regole generali. Ogni regola richiede un pò di buonsenso. Usatele a vostra discrezione -- ma siate prudenti. Pensate a ciò che state facendo.
  • Prendetevi del tempo per pensarci bene -- ma fatelo in fretta :)
  • Non oppate nessuno a meno che non siate assolutamente sicuri che si tratti di chi voi pensate. Non oppate mai qualcuno basandovi solo sul user@host
  • Deoppate sempre chi ottenesse l'op da un server splittato. Potete sempre riopparlo in seguito.
  • Se pensate che il canale sia sottoposto a un attacco molto pesante, mettete un +i. Assicuratevi che tutti gli operatori siano +i anch'essi (/mode <proprio_nick> +i) e fate loro cambiare nick. Inoltre bannate tutti gli account o gli host che ritenete pericolosi. Questo impedisce a chiunque, tranne a chi entra in seguito a un rejoin, di sapere chi sono gli op sul canale (a meno che non ci sia una spia). Perchè tutto questa fatica per impedire alla gente di scoprire i nick degli operatori? Per prevenire 'nick collisions' (sezione 3.2).
Naturalmente rendere il canale +i significa che nessuno può entrare a meno che non sappia i nick degli operatori, e questo disturba molto la normale vita del canale.

Torna all'indice

3.1. Fingersi un amico

Cosa significa:

uno dei metodi più semplici è prendere il nick di qualcuno che sapete essere abitualmente operatore su un canale. In questo modo entrate e fate finta di essere quella persona. Chiedete l'op dicendo che siete su un altro account, oppure semplicemente aspettate che qualcuno vi oppi.

Cosa fare:

Già, sembra incredibile, ma un *sacco* di persone danno l'op guardando solo il nick. La morale è fare *sempre* un /whois prima di dare un op.

Molti script oppano in base allo user@host. State attenti perchè gli username possono essere falsificati.

Torna all'indice

3.2. Nick collision

Cos'è:

se state usando il nick Fred e qualcuno su un server splittato sceglie questo stesso nick, quando il server si ricollega, venite entrambi automaticamente killati (cacciati fuori da IRC), ognuno dal server dell'altro. Agli hacker questo va bene perchè ciò che vi sta prendendo il nick è semplicemente un bot. Loro non vengono killati perchè voi non ve lo aspettavate e non avete un bot con il loro nick. Ovviamente una volta killati, perdete l'op su qualunque canale foste e così non siete più nella posizione di poterlo difendere.

Se l'hacker riesce a 'colliderè con successo tutti gli operatori di un canale, allora non c'è più nessuno in giro che lo possa deoppare quando ottiene l'op dal server splittato. Dal momento che è l'unico op, vince... più o meno.

Perchè più o meno? Beh questo genere di cose succede sempre quando la rete è instabile. In questo modo l'hacker può collidere tutti e poi splittare ancora. Se voi potete recuperare l'op durante questo periodo e cambiate il vostro nick, avete la possibilità di non essere killati ancora. Gli hacker più abili, comunque, hanno spesso delle 'spiè -- sia client propri o di altri -- che stanno su un server dalla vostra parte dello split, le quali svelano chi sono gli operatori.

Come comportarsi:

  1. Distribuite l'op a tutte le persone di cui vi fidate. Fate in modo che l'hacker perda tempo nel creare molti bot.
  2. Rendetevi +i (invisibili). Non fate in modo che sia facile per l'hacker scoprire i nick degli operatori.
  3. Sempre, sempre deoppate chi ottiene l'op da un server splittato. L'op può essere ridato; un hacker che diventa il solo operatore è un problema molto meno risolvibile.
  4. Cambiate spesso il vostro nick.
  5. Kickate tutti gli account sospetti. Mettete un +i al canale se necessario.
  6. Mettete un client sul server splittato se possibile, o almeno su un server che ste dalla stessa parte dello split. Avere un client sul canale da quella parte vi terrà informati su ciò che sta accadendo là. è meglio se usate un account che l'hacker non saprà essere vostro.
  7. Create bot per collidere l'hacker. Portate una tonnellata di bot sul canale e oppateli tutti.
  8. Ricordate: SE KICKATE L'HACKER CON L'IDEA SBAGLIATA CHE COSì NON POTRà VEDERE CIò CHE DITE O I NICK CHE USATE PER VOI O PER I BOT, PENSATECI DUE VOLTE! Non solo questo non avrà l'effetto voluto, ma non sarete più in grado di vedere quando l'hacker splitterà ancora, almeno non facilmente. Il solo momento in cui il vostro nick conta è quando c'è lo split, quindi cambiate i nick vostri e dei bot DOPO che l'hacker è splittato.
  9. Siate creativi e pensate. Un buon hacker sa già che voi farete queste cose. Cercate di pensare come lui. Cosa fareste VOI per impadronirvi di un canale?
  10. Tenete duro. Se resistete abbastanza a lungo, probabilmente riotterrete il canale. Nel frattempo cartoline, lettere, e-mail e telefonate al provider dell'hacker, al suo server e ogni altra cosa vi venga in mente che possa rendere difficile la sua vita, sono strumenti ragionevoli da usare. Non avete chiesto voi queste complicazioni e non dovete sottostare alle 'regole del giocò dell'hacker.
Torna all'indice

3.3. Server splittati

Cosa significa:

Un server può splittare quando nessuno sul vostro canale sta su quel server. Se qualcuno entra nel canale mentre il server è splittato, allora ottiene l'op (questo perchè per quanto ne sa il server, il canale era vuoto).

Quando i server si ricollegano, questo dirà a tutti gli altri server che questo utente era op.

Cosa fare:

Deoppate sempre chi ottiene l'op dal server. Potete sempre eventualmente riopparlo. Se vi interessa veramente un canale, dovreste avere un bot che faccia questo, altrimenti potete usare degli script.

Se qualcuno entra con l'op, voi lo deoppate, questo esce e rientra dopo poco ancora con l'op... bannatelo. Una volta è casuale, due volte è intenzionale. Per essere oppato due volte in questo modo, deve avervi deoppato sul proprio server, il che è male, oppure deve aver lasciato il canale ed essere rientrato durante lo split -- un sacco di fatica per niente altro se non ottenere un op. (Ovviamente se lo conoscete, con un pò di discrezione, provate a mandargli un messaggio per vedere cosa succede.)

Torna all'indice

3.4. Server desynch


Cosa significa:

questo si traduce in parole povere nel fatto che voi avete l'op in una parte di IRC, mentre l'hacker ce l'ha nell'altra parte (oppure nessuno ce l'ha dall'altra parte).

Cosa fare:

La soluzione è semplice (in teoria): se avete l'op dalla vostra parte, rendete il canale +i. Kickate tutti fuori. Infine uscite e rientrate (rientrate VELOCEMENTE). Sarete rioppati su tutti i server, perchè il vostro server riterrà che voi siate l'unica persona sul canale (per quanto ne sa lui tutti gli altri sono stati kickati). La parte dove voi non siete op vedrà:

*** Thoth has left channel #bdsm
*** Thoth (~thoth@disco.intercon.com) has joined channel #bdsm
*** Mode change "+o Thoth" on channel #bdsm by dewey.cc.utexas.edu

Può andare storto? Certo che può. Se qualcuno -- chiunque su qualunque server -- entra sul canale tra il momento in cui voi uscite e quello in cui rientrate, avrà LUI l'op dal server e non voi. Quando entrate vedrete:

*** Thoth (~thoth@disco.intercon.com) has joined channel #bdsm
*** Users on #bdsm: Thoth @SomeDude

Questo significa sicuramente che avete sbagliato il tempismo. Se l'altra persona è l'hacker, allora i guai sono seri. Se invece è un normale utente potete provare a convincerlo ad andarsene (o a opparvi).

Inoltre tenete presente che questa non è una tattica particolarmente efficace contro hacker ragionevolmente competenti. Questi hacker semplicemente metteranno un bot che toglie automaticamente i server-op. Quando vedranno il vostro server opparvi, vi deopperanno e sarete esattamente da capo.

Torna all'indice


4. Alcuni script utili

Ci sono parecchi grossi script in giro per la rete.

Personalmente non mi piacciono molto perchè:

  • sono ingombranti e occupano memoria
  • sono fin troppo pieni di funzioni, la maggior parte delle quali non vi serviranno
  • le persone che li usano raramente li capiscono e vengono colti di sorpresa quando lo script entra in azione (kick automatici per cose come flood sono chiari esempi)
  • molte delle versioni che si trovano in giro sono manipolate e a meno che non sappiate leggere uno script IRC e avete voglia di esaminarlo tutto, non sarete certi di non avere una copia manipolata
  • alcuni di questi sono pieni di cose inutili come screwban o splatterkick, oppure hanno un sacco di comandi di attacco che non altro che incasinare la rete
Torna all'indice

5. Note del traduttore

Questo documento (come già detto) è basato sui comandi e sui messaggi di risposta di un client ircII per piattaforme Unix. I concetti di funzionamento di IRC e i suggerimenti sui comportamenti da tenere in casi particolari sono comunque indipendenti dalla piattaforma. Ho tralasciato nella parte finale un approfondimento sugli script basilari dei clienti ircII che sono parecchio superati e che non so quanta gente abbia mai usato.

Tutto quanto è stato detto, soprattutto riguardo la difesa da un takeover, non si adatta necessariamente a qualunque canale; in casi di canali *veramente* affollati la situazione è molto complicata e può essere che la cura sia peggiore del male. Personalmente consiglio di preoccuparsi più di impedire un takeover piuttosto che adoperarsi per rimettere le cose a posto dopo che è stato fatto; per questo uno script (se fatto bene e soprattutto BEN CONFIGURATO) è molto utile. Uno script di cui non conoscete il funzionamento può invece creare molti danni.

Commenti, consigli, correzioni e roba del genere sono ben accetti.

Matteo Riva - te0 on IRCnet #italia - m.riva@mi.flashnet.it

Torna all'indice



  Ultime dal forum IRC
  Ultimi File Inseriti
Diablo III (14107)
Fancazzista Scr... (18168)
Sensuality scri... (7513)
Grand Theft Aut... (5064)
Stealth Script ... (8217)
-SagittarioScri... (18023)
Paradise Script (13496)
Trivia Game 200... (11689)
Ircap Script 8.... (5097)
RawScript 2.0 (8336)


 

 


Cerca nel sito

Le ultime news:



Sondaggio
Cosa vorresti di nuovo?

Risultati | Archivi

Statistiche Download
Database:
283 Files
241 Mb
Scaricati:
2636117 Files
Totale: 5565432Mb

Upload
Hai realizzato uno Script? Una addon? Una tcl? Un articolo? Qualsiasi cosa? Mandacelo ora! Utilizza il form upload per inviarci il tuo materiale e se lo riteniamo idoneo lo vedrai pubblicato nel portale!
[ Upload ]

Chat
Inserisci il tuo nick:



| Contattaci | Pubblicità | Staff |
Il presente materiale è Copyright TuttoIRC.it 2005. Leggi il Disclaimer